INSEGNAMI AD IMPARARE

 

Devo darmi un po’ da fare

e imparare ad imparare,

non concetti e informazioni,

ma a trovare soluzioni.

Nomi, date e teoremi,

non son proprio i giusti semi

per far crescere un bambino

costruttor del suo destino.

Se mi insegni ad imparare,

io me la saprò cavare,

se mi dai le indicazioni,

troverò le soluzioni.

Quindi insegnami a imparare,

quale strada devo fare,

con che tipo di andatura

e vivrò quest’avventura.

di G. Bruno

                                                        UN NUOVO MODO DI FARE SCUOLA!!!


Anche quest’ anno riparte il progetto “GIORNALINO SCOLASTICO” rivolto agli alunni delle classi quinte del nostro Istituto. Avremmo voluto proporvi il progetto in presenza,  come sempre abbiamo fatto, in cui le attività affrontate “gomito a gomito” hanno dato  significato al lavoro svolto in sinergia  e alle relazioni interpersonali.  Nonostante le prime perplessità, abbiamo  accettato la “sfida” di organizzare il nostro percorso a distanza con modalità che abbiamo già sperimentato durante il periodo della DAD.  La didattica a distanza è stata e continua ad essere uno strumento necessario per l’apprendimento, che permette di lavorare da remoto, ma  è anche  un’opportunità per tutti noi per “Stare insieme”, per riconoscersi come esseri umani che esistono nella dimensione delle relazioni, dello scambio, della condivisione e del confronto.  
Durante le ore del progetto affineremo le nostre competenze informatiche utilizzando la piattaforma Classroom e le App di Google G-Suite, che ci permetteranno di lavorare sugli articoli simultaneamente in coppia nonostante la distanza fisica.   Ringraziamo la nostra Dirigente Scolastica Dott.ssa Francesca Amore che, credendo nella valenza educativo/didattica  del nostro progetto, ha riposto in noi la  fiducia confermando il progetto e tutte le novità in esso contenute.  Allo stesso modo non può mancare un sincero GRAZIE all’insegnante Maria Grazia Nicosia, che ancora una volta, ha accolto con grande entusiasmo le idee che rendono originale il nostro progetto, e al contempo ci supporterà nell’organizzazione del percorso.
Inoltre è prevista la partecipazione straordinaria delle Forze dell’ordine dell’Arma dei Carabinieri di Trecastagni, nella persona del Luogotenente Corrado Marcì, che ringraziamo anticipatamente per la disponibilità e collaborazione, il quale attraverso una serie di incontri, nell’ottica dell’educazione alla Legalità, partendo da fatti di cronaca, aiuterà gli alunni a far comprendere l’importanza del rispetto delle regole sociali, e a capire come affrontare fenomeni importanti che caratterizzano la società odierna. 
E’ riconfermata la collaborazione dello psicologo scolastico, dott. Andrea Paratore, nell’approfondimento di importanti tematiche sociali, il quale attraverso attività di sensibilizzazione fornirà dei chiarimenti alle domande degli alunni su argomenti focus quali: i social media e l’uso corretto di Internet, le fake news, il disagio sociale nell’era della Pandemia da Coronavirus, ecc ecc..                                                                                                      
Tutti gli alunni,  delle classi della scuola primaria, potranno “imbucare” le proprie lettere su “quesiti irrisolti” nella cassetta della posta che verrà posizionata all’ingresso dei plessi, e vedere pubblicate nel “Giornalino web” le proprie domande con le risposte fornite dallo psicologo. 
Non per ultimo, ringraziamo con GRANDE AFFETTO tutti i nostri colleghi che ogni anno ci forniscono i loro preziosi lavori didattici aiutandoci a rendere il nostro progetto un percorso ricco e interessante…
… e ora… BUON INIZIO a tutti!!                                                
                                                                                                                                                                                                Le insegnanti Alabiso Maria Tina, Chiavaro Marianna Emanuela

La redazione si presenta!!

Se fossi... sarei...

Se fossi un paesaggio sarei un bosco perché mi mette serenità oppure una cascata perché mi dà una sensazione di freschezza.

Se fossi un colore sarei il rosso perché mi fa pensare al fuoco.

Se fossi un dolce sarei la cioccolata calda perché quando fa freddo mi riscalda.

Se fossi una canzone parlerei di un’avventura oppure di un racconto fantastico.

Se fossi un sindaco vorrei che nella mia città ci fosse felicità oppure che tutti i poveri venissero aiutati.

Se fossi un presidente farei in modo che si conservi la pace oppure che non ci fosse più la guerra.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Mattia e sono speciale perché sono divertente.

Se fossi un animale sarei un’aquila perché può volare alto.

Mattia Gennaro 5^A 

Se fossi un animale sarei un cane perché così avrei tanti grattini sul pancino.

Se fossi un paesaggio sarei il mare, fresco e limpido con sfumature e profondità diverse in base a dove vai.

Se fossi un colore sarei il fucsia perché mi ricorda l’entusiasmo.

Se fossi un dolce sarei dei brownies perché sono gustosi e gommosi.

Se fossi una canzone parlerei del mio amore per il disegno.

Se fossi un sindaco aggiungerei aule, palestre, classi mancanti in tutte le scuole.

Se fossi un presidente migliorerei il mio Stato risolvendo i problemi e indicando a tutti come fare per rispettare l’ambiente.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Flavia e sono speciale perché sono simpatica letteralmente a tutta la classe, oppure perché mi piace lavorare la pasta di zucchero e lo so fare bene.

Se fossi un fiore sarei un tulipano perché mi piacciono i suoi colori.

                                                                                       Flavia Forte 5^A 

Se fossi un paesaggio sarei un fondale marino, perché è ricco di tanti esseri viventi, oppure una montagna elevata e innevata perché mi piace sciare e rotolarmi sulla neve e mi dà un grande senso di libertà.

Se fossi un colore sarei il verde perché mi fa pensare alla natura. Se fossi un dolce sarei un tartufo al cioccolato perché è soffice e cremoso.

Se fossi una canzone parlerei di amicizia tra ragazzi di razze diverse, oppure di sport.

 Se fossi un animale sarei un ghepardo perché mi piace correre.

Se fossi un sindaco vorrei che tutti i cittadini si rispettassero a vicenda, oppure che si aiutassero tra di loro.

Se fossi un presidente farei in modo che i cittadini rispettassero le norme per ridurre l' inquinamento globale e l’utilizzo di fonti alternative di energia.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Dario e sono speciale perché sono simpatico, intelligente e faccio ridere i miei amici, oppure perché sono amico degli animali e della natura.

Dario Paratore 5^A

Se fossi un paesaggio sarei una montagna perché mi mette spensieratezza.

Se fossi un colore sarei il verde perché mi fa pensare alla natura.

Se fossi un dolce sarei un panzerotto perché è buono.

Se fossi una canzone parlerei di amicizia.

Se fossi un animale sarei una rondine perché mi dà un senso di libertà.

Se fossi un sindaco vorrei che nella mia città ci fosse sempre onestà e molta amicizia.

Se fossi un presidente sarei il Presidente della Sicilia.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Alessandro, sono simpatico e aiuto tutti.

Alessandro Zappalà 5^A

Se fossi un paesaggio sarei il cielo limpido e con varie sfumature di colore perché mi dà calma.

Se fossi un colore sarei il nero perché nasconde ed è il mio colore preferito.

Se fossi un animale sarei un’aquila o un falco, perché sono belli, agili, veloci e volano.

Se fossi un dolce sarei un cannolo alla crema perché è dolce e buono.

 Se fossi una canzone parlerei dell’estate e del caldo afoso, oppure dell’amicizia.

Se fossi un presidente sarei Conte o Mattarella perché sono importanti.

Se fossi un cantante sarei Ultimo perché ha una voce angelica ed è bravissimo.

Luigi Calì 5^B

Se fossi una rosa profumerei tutto il giorno.

Se fossi un gelato sarei tutto al cioccolato.

Se fossi il colore viola sarei un gufo notturno.

 Se fossi un dolce sarei il tiramisù.

Se fossi un animale sarei un delfino, nuoterei e salterei.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Elisa e sono simpatica per i miei amici, sono anche un po’ timida, ma non troppo!

 

Elisa Mastrosimone 5^B

Se fossi un paesaggio sarei il mare perché mi mette tranquillità.

Se fossi un colore sarei il fucsia perché mi mette allegria e serenità.

Se fossi una canzone parlerei dell’amicizia.

Se fossi un sindaco vorrei che nella mia città ci fosse pace e onestà.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Giada e sono speciale perché sono simpatica e amo gli animali.

Giada Polimeni 5^B

Se fossi un paesaggio potrei essere una campagna perché mi dà molta spensieratezza, oppure una cascata perché mi rende felice, oppure sarei una nuvola perché mi fa sentire leggero.

Se fossi un colore sarei il rosso perché mi fa pensare all'amicizia. 

Se fossi un dolce sarei un bignè al cioccolato perché mi piace molto.

Se fossi un animale sarei un camaleonte perché potrei nascondermi.

Se fossi una canzone parlerei d'amicizia, oppure parlerei di una bella giornata.

Se fossi un sindaco vorrei aiutare le persone.

Se fossi un presidente vorrei mantenere la pace.

 Se potessi parlare a tutto il mondo direi che voglio bene a tutti.

Alfio Cristaudo 5^B

Se fossi un paesaggio sarei una spiaggia perché mi piace molto divertirmi in mare oppure sarei una foresta perché mi rilassa, oppure sarei il sole perché mi fa sentire forte.

Se fossi un colore sarei il nero perché l’oscurità mi piace.

Se fossi un dolce sarei un gelato perché è buono.

Se fossi un animale sarei un’aquila perché vola.

Se fossi un sindaco nel mio paese ci sarebbe rispetto e onestà. Se fossi Mattarella farei in modo che tutti vadano d’accordo.

Se fossi una canzone canterei: “W LA PACE”.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Giuseppe e sono speciale perché faccio sempre ridere i miei compagni e gli faccio pure uscire la Coca-Cola dal naso.

Giuseppe Surleti 5^B

Se fossi un animale sarei una pantera perché sono molto agile.

Se fossi un paesaggio sarei il mare perché sono in sintonia con esso.

Se fossi un colore sarei il giallo, il colore della pace.

Se fossi del cibo sarei una torta al cioccolato perché mi piace.

Se fossi una canzone parlerei dell’Amore.

Se fossi un sindaco aiuterei le persone.

Se fossi un presidente manterrei la pace tra i cittadini.

Se potessi parlare al mondo direi che sono Gloria, perché sono quella che sono, simpatica, gentile, disponibile, amorosa e intelligente.

Se fossi un fiore sarei un tulipano perché mi piace il suo colore.

Gloria La Spina 5^ C

Se fossi un animale sarei un’aquila perché mi piace volare.

Se fossi un fiore sarei un tulipano perché mi piace essere colorato.

Se fossi un colore sarei il blu perché mi piace il colore del mare.

Se fossi un dolce sarei un gelato perché lo adoro.

Se fossi una canzone parlerei di pace.

Se fossi un sindaco vorrei che tutti i cittadini vivessero civilmente.

Se fossi un presidente farei in modo che tutti si amassero.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente contento di far parte della comunità del mondo.

Andrea Platania 5^C

Se fossi un animale sarei un cane oppure un unicorno perché sono animali gentili.

Se fossi un fiore sarei una viola perché è il mio colore preferito.

Se fossi un colore sarei il colore dell’arcobaleno perché è il colore della gioia.

Se fossi un dolce sarei un macaron perché è squisito.

Se fossi una canzone sarei una HOLA!

Se fossi un sindaco vorrei che non ci fosse più la guerra.

Se fossi un presidente farei in modo che non esistano più i poveri.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Viola e sono speciale perché sono gentile e aiuto le persone.

Viola Sparacio 5^D

Se fossi un paesaggio sarei un prato pieno di fiori perché mi mette allegria oppure il mare perché mi piace nuotare.

Se fossi un colore sarei il giallo perché mi fa pensare al sole.

Se fossi un dolce vorrei essere un ghiacciolo perché mi rinfresca in estate.

Se fossi una canzone parlerei di una storia d’amore oppure della pace.

Se fossi un sindaco vorrei che tutti fossero amici e che si aiutassero tra loro.

Se fossi un presidente farei che nel mondo non ci fossero più guerre e che non ci fosse più la povertà.

Se fossi un animale sarei un gatto perché è il mio animale preferito e il mio gatto è un mio amico.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Anna e sono semplice e simpatica, faccio ridere i miei amici, mi piace la natura e gli animali.

Anna Vaccarella 5^D

Se fossi un paesaggio sarei il mare perché mi diverto molto, oppure sarei l’acqua di un ruscello perché è pura e fresca, oppure sarei una montagna perché mi piace il silenzio.

Se fossi un colore sarei il verde perché mi piace molto la natura.

Se fossi un dolce sarei la crostata perché a volte sono dolce.

Se fossi una canzone parlerei di una grande amicizia oppure del rispetto.

Se fossi un animale sarei un cane per proteggere le persone a cui voglio bene.

Se fossi un sindaco vorrei che nella mia città ci fosse tanto verde oppure che ci fossero tante piste ciclabili.

Se fossi un presidente vorrei che ci fosse sempre la pace oppure lotterei per un mondo migliore.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Gabriele e sono speciale perché sono semplice ed affettuoso e mi piace stare insieme agli altri.

Gabriele Lanzafame 5^ G

Se fossi un animale sarei un gatto perché sono teneri.

Se fossi un fiore sarei una margherita perché mia zia si chiama così.

 Se fossi un colore sarei il blu perché è il mio colore preferito.

Se fossi un dolce sarei la Nutella perché è molto dolce.

 Se fossi una canzone parlerei d’ amicizia.

Se fossi un presidente farei in modo che le guerre finissero.

Se potessi parlare al mondo direi che sono semplicemente Lorenzo e sono speciale perché adoro la natura.

Lorenzo Madonia 5^G

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now